www.escursioni.abruzzo.it - home.



Escursioni nel Parco nazionale d' Abruzzo


PERCORSO TREKKING ONOTERAPIA

LOCALITA’: Val Fondillo - Opi (AQ).

PARTENZA: Area attrezzata Val Fondillo.

ARRIVO: Area attrezzata Val Fondillo.

LUNGHEZZA TOTALE: 650 m.

PENDENZA MEDIA: 0%.

DIFFICOLTA’: facile

TIPOLOGIA PERCORSO: anello.

QUOTA DI PARTENZA: 1100 m s.l.m.

QUOTA DI ARRIVO: 1100 m s.l.m.

DISLIVELLO IN SALITA: 0.

DISLIVELLO IN DISCESA: 0.

Il percorso trekking onoterapia è ubicato nella Val Fondillo, raggiungibile da Opi percorrendo la S.R. 83 Marsicana, per ca. 3 Km, in direzione Villetta Barrea/Castel di Sangro o da Villetta Barrea, in senso contrario per chi proviene da Napoli, per ca. 6 Km.

Il percorso è stato interamente realizzato con materiali ecocompatibili, al fine di rendere minimo l’impatto ambientale e di preservare le peculiarità paesaggistiche. Il circuito si snoda per una lunghezza di circa 650 m, nelle immediate adiacenze del fiume Sangro e del Centro Educativo Sportivo Ambientale.

A completamento del circuito ad anello, sono stati sistemati attrezzi ginnici per attività all’aperto e la cartellonistica indicante gli esercizi a cui ogni attrezzo è destinato.

Il sottoprogetto “Onoterapia - Un asino per amico” s’inquadra all’interno di un progetto più ampio finalizzato a creare condizioni di fruibilità per i portatori di handicap ed ha lo scopo di sperimentare, in un’area protetta, una terapia che in Francia, Stati Uniti e Inghilterra è applicata con grande successo.

Sfruttando le caratteristiche fisiche e comportamentali dell’asino è possibile offrire preziosi servizi a favore di persone colpite da handicap, con risultati che compaiono velocemente.

E’ possibile offrire programmi per l’introduzione graduale e sistematica di animali selezionati ed addestrati nelle immediate vicinanze di un individuo, o di gruppi di individui, per scopi terapeutici.

Il bambino o l’adulto disabile (per disturbi fisici e/o psichici) hanno così l’opportunità di sviluppare in pieno il loro potenziale: sviluppando la personalità, le attività cognitive, la mobilità, le funzioni della mano, il linguaggio e la comunicazione, e soprattutto l’autoconsiderazione, attraverso un tipo di rapporto rassicurante, che supera lo stress continuo della valutazione, del giudizio, della contraddizione.

Si favoriscono le esperienze che danno stimoli e motivazioni al disabile, incidendo su reazioni fisiologiche misurabili, offrendo, al contempo un diverso polo di interesse utile a far crollare le barriere del non avvicinamento e della non comunicazione..

"Progetto sperimentale in favore dei portatori di handicap - L. 21 maggio 1998, n. 162".

Centro di Visita e Museo Naturalistico Pescasseroli (AQ): 0863 9113221.





www.escursioni.abruzzo.it - home.